Primavera 2021

PorrettanaTrekking: Sentieri che parlano di Ferrovia Porrettana… da Piteccio a San Mommè.

Organizzato da Pro Loco di Piteccio in collaborazione con Sentieri Parlanti 

ScheDA EVENTO

Un treno-trekking per scoprire le opere ferroviarie ed idrauliche della fine dell’Ottocento dell’affascinante Ferrovia Transappenninica Pistoia-Bologna, accompagnati da una guida ambientale escursionistica GAE (Federico).

 

 

Programma dell'evento

ITINERARIO DEL VAPORE

Partenza dalla Stazione FS di Pistoia arrivo alla Stazione FS di Piteccio

Si inizia il percorso trekking lungo la ferrovia, si possono ammirare le opere lungo la ferrovia integrate con la natura lungo il Sentiero del Vapore, in loc. Vignacci dove si raggiungeranno una serie di ammirevoli e pregevoli opere idrauliche con le relative trincee ferroviarie, aperture realizzate per far prendere aria alle gallerie sottostanti, un camino di aspirazione ed altre strutture a sostegno della ferrovia come un casello adibito un tempo come abitazione per i sorveglianti della linea ferrata. Si raggiunge Castagno con breve visita al “Museo di Arte Contemporanea all’aperto” lungo le vie del Paese, si prosegue per raggiungere il paese di San Mommè attraverso il Sentiero del Vapore per arrivare al ristoro per il pranzo, nel pomeriggio breve visita al paese di San Mommè per poi raggiungere la Stazione, dove ci aspetta il treno per il ritorno a Pistoia.

 

Partenza: stazione di Pistoia alle ore 9,21 ordinario oppure da Pistoia ovest alle ore 9.24 (treno proveniente da Firenze);

- ore 9.35 arrivo alla stazione di Piteccio; 

- Inizio visita Stazione di Piteccio + escursione

- proseguimento escursione con visita alle opere ferroviarie ed idrauliche

- Visita Paese di Castagno al Museo di Arte Contemporanea all’aperto

 

- partenza in treno da San Mommè ore 15,49, arrivo alla stazione di Pistoia alle ore 16,15.

 

 

DETTAGLI ESCURSIONE:   

Difficoltà E/T (escursionistica/turistica)

- dislivello in salita m.250 circa

- lunghezza percorso lineare di visita Km.5,5 circa

- tempo circa 4h e ½ 

Partenza: Stazione FS di Piteccio San Mommè

 

Arrivo: Stazione FS di San Mommè

 

 

EQUIPAGGIAMENTO E ABBIGLIAMENTO:

- a strati adeguato al periodo dell’escursione, scarpe da escursionismo, giacca a vento oppure mantellina, zainetto con almeno 1L di acqua

L'escursione è adatta anche ai ragazzi di età superiore ai 6 anni. Gli amici a 4 zampe sono i benvenuti, purché condotti al guinzaglio durante tutta l'escursione.

COSTI:

 

€.20,00 a persona con incluso pranzo presso Albergo Guidi  con antipasto toscano maccheroni ragù di maiale e funghi arrosto misto con patate e dolce fatto in casa (15 euro per i bambini sotto 12 anni)

 

 €10 a persona per coloro che decidono di pranzare al sacco

 

il costo comprende l'escursione guidata da una guida ambientale escursionistica GAE e l'assicurazione.

 

BIGLIETTO FERROVIARIO NON INCLUSO

 

 

PRENOTAZIONE OBBLIGATORIA A: 

sentieriparlanti@virgilio.it 

Federico Filoni 3403252086 cell oppure WhatsApp

  

Le prenotazioni devono pervenire ENTRO LE ORE 12.00 DEL VENERDI' PRECEDENTE ALL’ESCURSIONE

Al raggiungimento del numero massimo di 15 persone compresi i bambini   sarà costituito un secondo gruppo guidato da un altra guida GAE)

 

In caso di maltempo l'evento sarà rinviato a data da destinarsi


Partecipa da protagonista

A tutti coloro che vogliono partecipare attivamente al progetto di valorizzazione e promozione territoriale dell'Associazione Transapp verrà chiesto di contribuire con brevi testi e fotografie che raccontano l'esperienza vissuta sul campo. 
I partecipanti potranno acconsentire di essere ritratti durante l'escursione o l'evento e\o  cedere le immagini scattate da loro.

La raccolta dei materiali e la firma delle liberatorie di saranno curate dal personale delle Associazioni organizzatrici dell'evento.

 


Luogo di ritrovo

 

Stazione di Piteccio


Avviso

Le linee di indirizzo per il contenimento del contagio da Covid 19 sono riportate nel D.L.R. Regione toscana n° 44/2020 e sarà compito della guida ambientale definire i comportamenti da osservare.

LINEE DI INDIRIZZO PER GUIDE TURISTICHE, ALPINE E AMBIENTALI ED ACCOMPAGNATORI TURISTICI

 

1. E’ confermata, in conformità a quanto previsto nelle disposizioni nazionali, la distanza interpersonale minima di almeno un metro, raccomandando tuttavia per una migliore tutela della salute propria e della collettività, in presenza di più persone, di adottare un distanziamento interpersonale di almeno 1,80 metri.

2. Per l’attività di accompagnamento in percorsi naturalistici e montagna (escursionismo, arrampicata, trekking, ecc…), la distanza interpersonale da mantenere è di almeno due metri, in analogia a quanto previsto per le attività sportive, in conformità a quanto previsto nelle disposizioni nazionali.

3. E’ confermato, in presenza di più persone, l’utilizzo obbligatorio della mascherina, in spazi chiusi.

4. E’confermato l’utilizzo obbligatorio della mascherina, in spazi aperti, nel caso non sia possibile mantenere il distanziamento interpersonale.

5. E’ confermato che, fermo restando il rispetto del mantenimento delle misure di distanziamento interpersonale, alle disposizioni relative all’obbligo di indossare le mascherine non sono soggetti i bambini al di sotto dei sei anni, i soggetti con forme di disabilità non compatibili con l’uso continuativo della mascherina nonché i soggetti che sene prendono cura.

6. Le persone conviventi non sono obbligate, tra loro, al mantenimento della distanza interpersonale e all’uso di mascherina.

7. La guida ambientale e alpina deve preventivamente accertarsi, in fase di sopralluogo, che il percorso non presenti necessità di contatto fisico coi partecipanti per il superamento di eventuali passaggi critici (guadi, passaggi impervi e simili).

8. E’ necessario contingentare il numero di persone presenti contemporaneamente nei localie negli spazi comuni, in modo da garantire il mantenimento della distanza interpersonale.

9. I partecipanti potranno essere sottoposti alla misurazione della temperatura corporea, nel rispetto della normativa sulla privacy.

10. Lavarsi le mani con acqua e sapone o in alternativa con gel igienizzante ad inizio e fine attività e ogni volta possibile durante l’attività avendo con sé gel o spray igienizzante.

11. Evitare per quanto possibile lo scambio di materiali tra le persone durante lo svolgimento dell’attività; disinfettare/igienizzare tutti i materiali utilizzati prima e dopo l’attività soprattutto quelli che vengono dati in dotazione ai partecipanti; in particolare eventuali audioguide o supporti informativi potranno essere utilizzati solo se adeguatamente disinfettati prima di ogni nuovo utilizzo.

12. La disinfezione di cui al punto precedente dovrà essere effettuata utilizzando prodotti quali etanolo a concentrazioni pari al 70%, ovvero i prodotti a base di cloro a una concentrazione di 0,1% e 0,5% di cloro attivo (candeggina) o altri prodotti disinfettanti ad attività virucida, concentrandosi in particolare sulle superfici toccate più di frequente. Dopo la detersione lasciare asciugare prima del successivo utilizzo.

13. Favorire l’utilizzo di dispositivi personali per la fruizione delle informazioni.

14. Compatibilmente con la struttura organizzativa, comunicare in anticipo, on-line o tramite email, ai partecipanti i comportamenti da tenere e le indicazioni per la mitigazione del rischio da Covid-19.

15. Ove possibile, coordinare l’attività con i colleghi che frequentano la stessa zona, in modo da limitare la presenza di persone in una medesima area.

16. Pianificare l’attività, preferibilmente mediante prenotazione, in modo da garantire sempre il distanziamento interpersonale in funzione del numero di partecipanti e dello spazio a disposizione.

17. Per l'accompagnamento di persone o gruppi mediante veicoli si rimanda a quanto disciplinato dall’Ordinanza del Presidente della Giunta Regionale n. 47 del 2 maggio 2020.

Metti MI PIACE sulla nostra pagina Facebook per restare sempre aggiornato su notizie del territorio e sulle iniziative in corso